Per le nostre nonne arrivano le Olimpiadi della preghiera. Vince chi recita più velocemente e ad alta voce il Rosario.

Come è ben noto a tutti, ogni domenica in chiesa è possibile assistere a delle piccole competizioni tra persone appartenenti ad un’ alta fascia di età che in tutti i modi cercano di mettere in mostra le loro straordinarie doti per quanto concerne la recitazione della Santa Messa.
Le persone coinvolte, come detto poc’anzi, sono per lo più donne anziane e fanno della loro abilità grande motivo di orgoglio.
E sono proprio queste abilità che desiderano mettere in mostra la domenica mattina.
Le vediamo infatti impegnarsi con tutte se stesse per far prevalere la propria voce su quella della restante massa di fedeli, le vediamo recitare il Padre Nostro e l’Ave Maria ad una velocità doppia (e a volte tripla, quando il gioco si fa duro) rispetto la media stabilità dalla CRDF, la Comunità Religiosa Dei Fedeli.

Si tratta però di competizioni non ufficiali, clandestine e che con il tempo hanno dato vita all’interno della parrocchia ad un giro di scommesse che si aggira intorno alle migliaia di euro.
Nonostante i rimproveri, gli arresti e le multe le Rapper Cristiane – così sono state soprannominate – non si sono lasciate intimorire e la Comunità Cristiana ha così deciso di ufficializzare il tutto istituendo le Olimpiadi della Preghiera.
Tale scelta nasce dalla volontà di dare anche a chi non ha più l’età di un tempo di partecipare a delle competizioni sportive, ma nasce anche dall’interesse di fermare il gioco illecito di scommesse venutosi a creare e allo stesso tempo di allontanare il tutto da un luogo di culto sacro come la Chiesa.
Forte quindi l’entusiasmo generale. Quello delle Rapper Cristiane, 10mila in tutta italia, e quello di tutti gli altri fedeli che finalmente potranno seguire la messa senza essere disturbati.
E come ogni sport che si rispetti anche questa competizione ha delle favorite:
nonna Nancy soprannominata Eminency, nonna Patrizia soprannominata Tu-Pac trizia e nonna Dora soprannominata Snoop Doretta .

Se l’articolo ti è piaciuto o anche se ti ha fatto schifo ammerda lascia un like sulla pagina facebook associata al sito:  https://www.facebook.com/1.madn3ss

 

Comments

comments

I commenti sono chiusi.